FacebookTwitter
Benvenuto nel sito dell'IRIAD ~ Seguici anche sui nostri profili social

Comunicato Stampa Congiunto 27/03/2018 per la sospensione dell'invio di armi in Yemen

 

 

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO 27 marzo 2018

Amnesty International Italia - Movimento dei Focolari - Fondazione Finanza Etica -

Oxfam Italia - Rete della Pace - Rete Italiana per il Disarmo 

IL NUOVO PARLAMENTO SOSPENDA L'INVIO DI ARMI CHE ALIMENTANO IL CONFLITTO IN YEMEN

 

A tre anni esatti dall'inizio della conflitto, richiediamo con fermezza alle istituzioni italiane,
ai Paesi membri ed all'Unione Europea di sospendere l’invio di armamenti alle parti in
conflitto in Yemen e di sollecitare una iniziativa di pace a guida ONU


Non possiamo più chiudere gli occhi davanti alla catastrofe umanitaria che da tre anni si sta perpetrando in Yemen anche con armi italiane. Per questo chiediamo che la prima iniziativa del Parlamento italiano sia quella di conformarsi alle risoluzioni, votate ad ampia maggioranza nel Parlamento europeo, che chiedono di promuovere un embargo di armamenti verso l'Arabia Saudita e i suoi alleati in considerazione del coinvolgimento nelle gravi violazioni del diritto umanitario in Yemen accertate dalle autorità competenti delle Nazioni Unite. Chiediamo inoltre al prossimo Governo di farsi promotore della medesima istanza in sede di Consiglio europeo e di avviare un'iniziativa multilaterale per promuovere la fine del conflitto e il processo di pace in Yemen.

 

Scarica il Comunicato Stampa

 

 

 

I contenuti di questo sito, ad eccezione dei "Comunicati stampa", non riflettono necessariamente posizioni ufficiali presenti o passate dell'IRIAD.

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

APPUNTAMENTI

Agosto 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

VETRINETTA

Area riservata



Instagram

Utilizziamo cookie e tecnologie analoghe, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione, senza negare il consenso, approvi l’uso dei cookie.