FacebookTwitter
Benvenuto nel sito dell'IRIAD ~ Seguici anche sui nostri profili social

COMUNICATO STAMPA Fermare le bombe, riconvertire i territori.

Una questione nazionale nella geopolitica del caos - Cagliari 7 maggio 2018

Dalla Sardegna partono carichi di bombe destinate alla coalizione militare a guida saudita che le utilizza nel conflitto in guerra nello Yemen. Il governo e il parlamento italiano hanno scelto di non fermare questo traffico che è in contrasto con la legge 185/90 e con la Costituzione. Ridurre tutto ad una questione locale, inducendo un territorio impoverito dalla crisi come il Sulcis Iglesiente a trovarsi sotto il ricatto tra il lavoro e la coscienza dei lavoratori, è solo una delle tante manifestazioni della menzogna che genera e giustifica le guerre. Come dimostra il percorso del comitato per la riconversione Rwm, nato giusto un anno fa nel Sulcis Iglesiente, è invece possibile attivare un processo di cambiamento dell’economia e della società a partire dalla decisione di non restare indifferenti alla guerra. Per rilanciare tale prospettiva occorre il contributo intelligente e aperto delle parti sociali, associazioni e istituzioni, capaci di affrontare la complessità di questa sfida ineludibile. Per questo motivo, dopo la manifestazione “Sardegna Isola di pace” che si terrà ad Iglesias sabato 5 e domenica 6 maggio, si propone nella città di Cagliari un incontro pubblico su

La geopolitica del caos: economia di guerra o di pace? Lunedì 7 maggio, dalle ore 17:30 alle ore 20:00, presso la sala SEARCH - via Carlo Felice 2, Cagliari 

Scarica il comunicato stampa

 

I contenuti di questo sito, ad eccezione dei "Comunicati stampa", non riflettono necessariamente posizioni ufficiali presenti o passate dell'IRIAD.

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

APPUNTAMENTI

Agosto 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

VETRINETTA

Area riservata



Instagram

Utilizziamo cookie e tecnologie analoghe, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione, senza negare il consenso, approvi l’uso dei cookie.