Ricerca nel sito
  
  Ricerca avanzata


 
   
Chi Siamo

Istituto di Ricerche Internazionali ARCHIVIO DISARMO

 

Piazza Cavour 17 - 00193 Roma

tel. 0636000343 fax 0636000345

email: info@archiviodisarmo.it  www.archiviodisarmo.it

  

 

Archivio Disarmo è un Istituto di ricerca fondato da Luigi Anderlini nel 1982, che studia i problemi del controllo degli armamenti, della pace e della sicurezza internazionale.

Archivio Disarmo, giuridicamente riconosciuto dal Ministero degli Affari Esteri con D.M. 29.10.1998, è inoltre riconosciuto anche dalle Nazioni Unite, Settore pubblica informazione ed Ecosoc. E'   iscritto al registro delle Associazioni di promozione sociale della Regione Lazio, è riconosciuto come Istituto Culturale dalla Regione Lazio e come Ente di formazione per il personale scolastico dal MIUR, nonché membro dell’Associazione Italiana Biblioteche A.I.B. e partner della Commissione nazionale italiana per l'UNESCO nella Campagna per il Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile DESS. E' iscritto al Registro degli enti e delle associazioni che svolgono attività a favore degli immigrati. Prima sezione, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.



L’organizzazione

 

Archivio Disarmo, diretto dal Consiglio, si avvale del lavoro di uno staff permanente e della collaborazione dei soci.

Archivio Disarmo è attivo grazie al lavoro dei soci. Dei circa trenta iscritti, una quota significativa dedica alle iniziative dell'Associazione una parte più o meno rilevante, e comunque continuativa, del proprio tempo collaborando a specifici progetti.

Le attività di ricerca sono condotte da gruppi di lavoro ad hoc in cui cooperano docenti universitari e ricercatori specializzati italiani e stranieri. Le attività di formazione si avvalgono del contributo di formatori esperti provenienti dal mondo accademico e delle ONG.

Le fonti di finanziamento dell'Associazione, che non ha scopo di lucro, sono le quote associative, i proventi dell'attività convegnistica e di ricerca, nonché il contributo pubblico.

 

 

Attività di ricerca

 

Archivio Disarmo è impegnato nei seguenti campi di ricerca:

-      Disarmo e controllo degli armamenti

Gli accordi internazionali di disarmo e la loro applicazione. La proliferazione di armi di distru­zio­ne di massa. Il ruolo delle organizzazioni internazionali. Geopolitica dei conflitti

-      Produzione di armamenti e riconversione

Economia della difesa e spese militari. Produzione e commercio italiano e internazionale di armamenti. Riconversione dell’industria militare.

-      Sociologia applicata

Caratteristiche sociologiche delle missioni di supporto alla pace. Prevenzione e gestione dei conflitti. Aspetti sociali della sicurezza.

-      Indagini demoscopiche

Gli atteggiamenti dell’opinione pubblica italiana sui temi della sicurezza e della politica internazionale.

 

Archivio Disarmo ha realizzato studi e ricerche per la Presidenza del Consiglio, i Ministeri degli Affari Esteri, della Difesa, dei Beni Culturali, l’Ufficio Nazionale del Servizio Civile, il Senato, la Camera dei Deputati, l'Enea e numerosi altri Enti.

Le attività di ricerca e formative di Archivio Disarmo sono caratterizzate dalla collaborazione con primarie Istituzioni di ricerca e Università italiane e straniere, tra cui: Università di Roma “La Sapienza”, Dipartimento Innovazione e Società; Università di Roma Tre, Dipartimento di Studi Storici, Geografici e Antropologici; Università di Siena, Centro Interdipartimentale di Ricerca sul cambiamento Politico; Fondazione Levi Montalcini, Roma; Cornell University, Center for Religion, Ethics and Social Policy (Ithaca, N.Y., USA); Peace Research Institute Oslo-PRIO (Norvegia); University of Helsinski, Center for European Studies (Finlandia); Groupe de Recherche et d’information sur la paix et le sécurité-Grip, Bruxelles (Belgio); Institute for International Law and Peace and Armed Conflict, University of Bochum (Germania); Stockholm International Institute for Peace Research-SIPRI (Svezia).


Visualizzazione ingrandita della mappa


Come raggiungerci:
- Metro A fermata Lepanto Via M. Colonna, proseguire dritto per Via Cicerone fino ad arrivare a Piazza Cavour
- Linee ATAC 34, 49, 87, 926, 990 fermata Piazza Cavour

english text

 

Archivio Disarmo

piazza Cavour 17 - 00193 Roma

tel. 39.06.36.00.03.43 (r.a.) fax 39.06.36.00.03.45

email: info@archiviodisarmo.it

www.archiviodisarmo.it

 

Activities

 

Founded in 1982, Archivio Disarmo is a research center for the study of disarmament, peace, and security on both a national and international level. It has been legally recognized by the United Nations and the Italian Ministry of Foreign Affairs.

 

Archivio Disarmo performs the following functions:

research
documentation
informing public opinion on peace, disarmament, and security training: education on peace and intercultural communication.

 

Archivio Disarmo is involved in four main research areas:

·          Disarmament and arms control

Treaties for international disarmament and their application. The proliferation of mass destruction arms. The role of international organizations.

·          Production of arms

Defense economy and military expenditure. Production and commerce of arms. Military industry conversion.

·           Applied sociology

Sociological characteristics of peace missions. Prevention and management of conflicts.

·          Public opinion surveys

Trends in Italian public opinion on international politics and security.

 

 

Archivio Disarmo carries out research activities for both public and private bodies. National and international conferences and seminars are held periodically.

 

Archivio Disarmo has a computerized library, specialized on the subjects of disarmament, international security, and conflicts resolution. Monthly monographic studies (Sistema Informativo a Schede) and a series of “notebooks” are published.

 

Archivio Disarmo organizes the Colombe d’oro per la pace (Golden Doves for Peace) journalism prize since 1986, established in order to recognize the role of the mass media in matters of peace and security. The three doves are awarded to journalists who work for daily papers, periodicals, radio and television, as well as a fourth to an international personality.