IRIAD Review

Marzo 2019

"Il traffico illecito di armi piccole e leggere nel Mediterraneo allargato"

Il nuovo numero di IRIAD Review presenta il rapporto di ricerca condotto con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – Unità di Analisi, Programmazione, Statistica e Documentazione storica. Il rapporto è stato realizzato da un gruppo di studio diretto da Maurizio Simoncelli e composto da Giulia Ferri (capitolo 1 e 3), Giulia Rapicetta (capitolo 2), Ugo Gaudino (capitolo 4) e Adriano Iaria (capitolo 5).

L’analisi prende in esame il traffico di armi piccole e leggere nell’area del Mediterraneo allargato la quale comprende, oltre ai paesi rivieraschi, anche i Balcani, il Maghreb, il Medio Oriente e il Corno d’Africa. Dalla ricerca emerge che il commercio internazionale di SALW, nel periodo compreso tra il 1996 ed il 2016 ha visto una crescita continua, coinvolgendo sempre più paesi e mostrando valori sempre più elevati.

L’analisi è stata suddivisa in quattro sezioni. Nella prima sezione è stato delineato il traffico delle armi piccole e leggere a livello globale. Per esplorare le implicazioni economiche e politiche degli scambi sono stati utilizzati gli strumenti della networkanalysis. A tale scopo, è stato creato un apposito dataset da cui è emerso la complessa rete di rapporti tra stati esportatori e stati importatori.

Nella seconda sezione si è analizzato il fenomeno del traffico illecito nell’area del Mediterraneo allargato, definendone le caratteristiche e le rotte geografiche. Nella terza sezione sono stati analizzati gli strumenti internazionali volti a contrastare il fenomeno del commercio illecito, mentre nell’ultima sezione è stato esaminato il fenomeno della vendita di armi sul dark web, spazio immateriale ma estremamente rilevante per gli sviluppi del traffico di armi.

 

Clicca qui per leggere la rivista

Torna indietro