La Colombia è situata a nord del continente sudamericano. Si affaccia sul mar delle Antille, tra Panama e Venezuela, e sull’Oceano Pacifico tra Panama ed Ecuador. Confina ad est con il Venezuela (per 2.050 km) e con il Brasile (per 1.643 km), a sud con il Perù (per 1.496 km) e con l’Ecuador (per 590 km), a nord-ovest con Panama (per 225 km). Sono colombiani anche l’isolotto di Malpelo, dipartimento di Cauca, al largo della costa pacifica, gli isolotti e banchi di Roncador, Quitasueño, Bajo Nuevo e Serranilla (dipartimento di San Andres Y Providencia) nel Mar dei Carabi.

Indipendente dalla Spagna dal 1819, la Colombia formò (insieme con Panama, Ecuador e Venezuela) la Federazione della Grande Colombia fino al 1830. La vita politica del Paese è stata a lungo caratterizzata dalla contrapposizione tra due blocchi (federalisti e centralisti). La lotta fu risolta con la nascita della Costituzione del 1886. Il nuovo ordine costituzionale, sebbene riesca a mantenere l´unità dello Stato, non è stato capace di porre fine alle guerre. Alla nascita del nuovo secolo si svilupparono nuove guerre interne al Paese, tra due blocchi diversi (liberale e conservatore). Dopo quasi un secolo di conflitti, lo Stato colombiano approvò una nuova Costituzione nel 1991 Essa prevede che la Colombia è uno Stato Sociale di Diritto, amministrato come una Repubblica presidenziale. Il Presidente è eletto a suffragio universale diretto con un mandato di 4 anni ricoprendo anche la carica di Capo del Governo. La funzione legislativa è affidata al Congresso Nazionale, composto da due camere: la Camera dei Rappresentanti composta da 161 membri, e il Senato, composto da 103 membri, entrambe elette per 4 anni a suffragio universale diretto.  

 

- Leggi la scheda completa -

Torna indietro