Comunicato Stampa - Rete Disarmo 

15 Maggio 2020

 

Export armi italiane: nel 2019 autorizzazioni per 5,17 miliardi con Egitto primo acquirente (con 872 milioni)

 

Due sistemi militari su tre sono destinati a Paesi non UE e non NATO. Armi per oltre 446 milioni anche al regime autoritario del Turkmenistan, mentre le consegne definitive fatturate si attestano sui 2,9 miliardi.

 

"Riteniamo gravissimo e offensivo che sia stata autorizzata la vendita di un così ampio arsenale di sistemi militari all'Egitto sia a fronte delle pesanti violazioni dei diritti umani da parte del governo di Al Sisi sia per la sua riluttanza a fare chiarezza sulla terribile uccisione di Giulio Regeni. Chiediamo al Governo di riferire il momento del rilascio di tali autorizzazioni per stabilirne la paternità e comunque di sospendere ogni trattativa di forniture militari in corso finché non sia stata fatta piena luce dalle autorità egiziane sulla morte di Regeni". E' questo il primo commento di Rete Italiana per il Disarmo e Rete della Pace ai dati aggregati dell'export militare italiano per il 2019, che le organizzazioni hanno potuto visionare e sono in grado per primi di diffondere e vedono l'Egitto ai vertici della lista di Paesi destinatari."

Leggi qui il comunicato stampa integrale.