La Repubblica d’Inguscezia (in russo Республика Ингушетия) fa parte della Federazione Russa. La sua superficie misura circa 4.000 Kmq e confina internamente con l’Ossezia Settentrionale-Alania, ed esternamente con la Georgia. La capitale della Repubblica è Magas, altre città importanti sono Karabulak, Malgobek, Nazran (capitale fino al 2002). Il territorio della Repubblica è attraversato da un tratto del Caucaso (150 km) ed è ricco di riserve di petrolio e gas naturale; il clima è prevalentemente continentale. Gli abitanti dell’Inguscezia (Ingusci) sono imparentati con i Ceceni, con cui condividono il ceppo delle lingue caucasiche nord-occidentali.

La Repubblica è composta da una popolazione etnicamente variegata: ben 78 differenti gruppi, tra i quali in prevalenza si trovano Ingusci (77%), Ceceni (20,4%), Russi etnici (1,19%) e Turchi (0,2%). La religione più diffusa è quella musulmano-sunnita. L’Oblast (provincia) Autonomo Inguscio venne fondato nel 1924 e unito alla Cecenia dal 1934 al 1992 (Repubblica Socialista Sovietica Ceceno-Inguscia). Durante la Seconda Guerra Mondiale, a causa dell’accusa di collaborazione col regime nazista mossa da Stalin l’intera popolazione inguscia fu deportata nell’Asia Centrale. La Repubblica venne dissolta e il Distretto di Prigorodny trasferito all’Ossezia Settentrionale. Negli anni ’50, nonostante la riabilitazione della popolazione inguscia, essa dovette affrontare la convivenza conflittuale con gli Osseti ormai insediati sul territorio

 

- Leggi la scheda completa -

Torna indietro